venerdì 3 agosto 2012


d. bellomi : finzione atriale - carica a trecento, libera

la soglia è un atrio istituito come parte, stato separato. capire dove può condurre questa terra. si riferisce allo spazio presente nella camera, di aree regionali e remote, in particolare relative al corridoio, androne delle grotte. è un romanzo, interessa la prima carica. esistono, tuttavia, cervello e camere di raccolta del sangue. stanno in un lato della zona interna al cuore. è possibile immettere il cuore attraverso il sangue direttamente nel portale, appena si applica il gel. in primo luogo, ricordatevi di essere sulla soglia della vibrazione. sia come sia, sarà sempre diverso. non c'è alcun riguardo, o menzione di spazi, camere, aree regionali e remote, istituzioni o collegamenti oscuri, inaccessibili. impostate il timer, proprio come durante un romanzo. abitate questi corridoi, fatevi carico delle spese, o giù di lì. è possibile immettere un portale, un buco, applicarlo al cuore, dentro, nel sangue, e di nuovo interessarsi al cervello, alla portata del salvataggio locale, al sangue, al cuore, alle mani, a ciò che potrebbe valere, a ciò che si potrebbe dire. durante la proiezione del romanzo, questo stato perderà il proprio corpo. la violenza si sviluppa in pareti sottili, partenze dalla terra. diventa facile per i pesci, per tutti gli atri, i ventricoli che si sono fermati, il cuore del continente che si arreda. non ha mai considerato alcun trattamento. i vertebrati rimarranno al suolo, occuperanno le loro tre o quattro camere, un soggiorno, disimpegneranno il sangue in tutto il ciclo, per ciò che è completo, per ciò che suggerisce un nuovo inizio. si perdono le cavità del corpo. la parete esterna non può essere realizzata, consente il sangue al cuore. vediamo almeno due oggetti, due parti che non si muovono. ricarica questa pagina. un romanzo. mentre sono ancora liberi.