domenica 19 aprile 2015

un testo da "aria (comunione)" / mario corticelli

  

se ne preoccupa, poi (…) se ne disoccupa.
non c’è nulla. c’è una grande pancia. ci sono.
aironi molti molti volano fuori e sopra.
la gravità che tutto chiama giù.
l’aria che sostiene tutto.


tiene in mano una zampa di gallina, ma pensa a una zampa d’aquila, che tiene una zampa d’agnello, che si appoggia a un prato, che tiene molti morti.
inizia a smontare tutto.
trovandosi a smontare cose che non sono, smonta tutto.


se li sposti dal loro angolino gli oggetti cadono, i giardinetti cadono, i piedini cadono, se li sposti dai loro piedini i corpi cadono.
c’è molta aria, gli aironi volano.
ci sono molti aironi, molti volano parassiti degli aironi anche in pancia (es. tenia).


la pancia è un cane un cane è una pancia.
essi galoppano.
esse fiutano.


non puoi permetterti di camminare scalzo se sotto c’è il vuoto occorrono delle scarpe se sono vuote.
per avere maggiore capienza utilizzano pance esterne.
se incontri una pancia ohibò.


occorre fidarsi dell’aria.
è gratis apparentemente.
occorre fidarsi dell’aria.
   


[ da aria (comunione), di Mario Corticelli, ed. IkonaLíber,