venerdì 12 agosto 2011

sunny

luigi non conosceva l’anacoluto, la grande città delle teste, i ritardi, il non essere. ma poteva legare ugualmente lo scritto: una parete della barriera, un rumore, sapere il meno che. nessun amico può vagare intorno, è la teoria: sopra, nei sogni, una posizione di segnale, un minimo di lusso. dei teenager ora come ora commuove il disappunto, semmai il progetto. comunque, la macchina è la terza dell’uomo.